Venerdì |
realizzazione siti web
Home Turismo e Booking online PEC (Posta Elettronica Certificata)

assistenza customer care


Lavora con Televas

 

 

PEC (Posta Elettronica Certificata)

Dal sole 24 ORE _ 10 Dicembre 2008 _ Norme e tributi
Decreto anticrisi. Nuovo obbligo per società, professionisti e pubbliche amministrazioni
Aziende con sede virtuale
Arriva l'indirizzo elettronico identìficato con la posta certificata

Dal sole 24 ORE _ 10 Dicembre 2008 _ Norme e tributi

 

Decreto anticrisi. Nuovo obbligo per società, professionisti e pubbliche amministrazioni

 

Aziende con sede virtuale

 

Arriva l'indirizzo elettronico identìficato con la posta certificata

 

Comune (indicazione statutaria), via e numero civico (indicazione contenuta nel solo modello di domanda dì iscrizione nel Registro delle imprese ex articolo 111 ter delle disposizioni di attuazione del Codice civile) - il decreto legge anticrisi (articolo 16, comma 6 del Dl 185/08) spinge l'acceleratore sulla sede elettronica identificata tramite la posta elettronica certificata.

 

Ma l’obbligo ha un calendario diversificato. Per le nuove imprese societarie, scatta immediatamente (dal 29 novembre scorso) e l'indirizzo di Pec va inserito (senza costi di diritti di segreteria e bollo) nella domanda di iscrizione nel Registro delle imprese.

Si tratta di un vero e proprio obbligo - e non di semplice facoltà - del tutto equiparabile, sul piano concettuale, a quello di indicare Comune, via e numero civico della sede “fisica”.

Saranno gli studi notarili -che di regola depositano il modello S1 per gli atti costitutivi di società - a dover gestire, per la neo costituita società, l'indicazione della casella di Pec nel quadro della sede legale. La casella - che di regola ha un costo su base annua - viene attivata presso i gestori accreditati dal Cnipa. Il valore giuridico della Pec è del tutto equiparato non solo alla tradizionale raccomandata A/R ma anche alle notificazioni a mezzo posta, ove consentite dalla legge (articolo 48 del Codice dell' amministrazione digitale, Dlgs 82/2005).

Ogni interessato - in possesso di Pec - potrà così notificare atti legali, contratti, diffide. richieste eccetera con l'utilizzo della firma digitale e trasmettere il tutto con pochi clic alla casella di Pec della società pubblicata nel Registro delle imprese.

 

Nulla vieta alle imprese di avere più caselle di Pec, ma solo una di queste potrà essere pubblicata nel Registro delle imprese e identificherà la vera e propria "sede elettronica” della società presso cui potranno essere recapitati tutti gli atti e documenti a valore legale a prescindere dal consenso della società. Quest'ultima novità relativa al consenso, discende dal regime di deroga – introdotto dal Dl anticrisi - delle disposizioni previgenti. L'articolo 4, comma 2 del Dpr 68/2005 (non abrogato) dispone che per i privati che intendono utilizzare il servizio di posta elettronica certifìcata, il solo indirizzo valido, a ogni effetto giuridico, è quello espressamente dichiarato ai fini di ciascun procedimento nei confronti della Pa o del singolo rapporto tra privati. A questo regime si affianca – in deroga (a seguito dell'abrogazione dei commi 4, 5, 6 e 7 del citato articolo 4. disposta dall'articolo 16, comma 11 del Dl anticrisi) – un sistema che prevede l'obbligo di esposizione della Pec da parte di soggetti pubbIici e privati particolarmente qualificati (quali società, professionisti e pubblica arnministrazione) e, di regola, tecnologicamente organizzati e ormai abituati all'utilizzo di internet e della e-maiil tradizionale (peraltro necessaria, di regola, per ricevere le credenziali di attivazione della Pec).

 

Il Dl anticrisi fa scattare immediatamente l'obbligo per per le società di nuova costituzione e per le pubbliche amministrazione (sia centrali che locali), fino a oggi ostacolate (l'obbligo della Pec era già previsto dall'articolo 47 del Codice) dalle complesse procedure di pubblicazione nell’ elenco ufficiale consultabile dal sito www.indicepa.gov.it.

Con la nuova disposizione la Pa dovrà semplicemente comunicare al Cnipa - che si farà carico delle operazioni tecniche di pubblicazione - il proprio indirizzo ufficiaie di Pec per ciascun registro di protocollo.

Termini più dilazionati per i professionisti (un anno) e per le società già iscritte al 29 novembre (tre anni). La consultazione degli indirizzi di Pec sarà accessibile liberamente online (ma solo con ricerca puntuale) in modo gratuito, mentre solo la Pa potrài estrarre gli elenchi delle Pec di imprese e professionisti per le comunicazioni relative i professionisti per le comunicazioni relative agli adempimenti amministrativi di loro competenza.

| Note legali | Privacy | Mappa del sito | Licenze |
| Web Agency Palermo | Realizzazione siti web a Palermo | Web Design Palermo | SEO, Posizionamento Web Palermo | Posta Elettronica Certificata | Links |

Televas S.r.l. a socio unico - Sede legale: Via Sacra Famiglia, 18 – 90146 Palermo

R.I. Palermo, C.F. e P.IVA n. 05575690820, Cap. Soc. € 10.000,00 int. vers.

 

W3C XHTMLW3C CSS